Ultramaratona delle Fiabe IIa edizione

Ultramaratona delle Fiabe IIa edizione
2 Settembre 2018

6a Corrinsieme per donare un sorriso

6a Corrinsieme per donare un sorriso
Melfi 8 Dicembre 2017

27 novembre 2017

STRANAMARATHON - 17 GIUGNO 2017





con questo caldo - solo Cuore e Mente

StranaMarathon 17 giugno 2017 - 50 km - dal collega Ultramaratoneta Giambattista Genco Organizzatore della gara.

COPENAGHEN MARATHON - 21 MAGGIO 2017





Julius Ndirtu Karinga ha vinto in 2h11'11" la Maratona di Copenhagen 2017, crono che va a migliorare dopo ben 30 anni il record della manifestazione di Erik Kristensen. Anche in questa edizione la gara si è rivelata l'evento sportivo più partecipata della Danimarca.

Karinga si è preso la vittoria con una gara tutta in rimonta: il 30enne dopo aver passato la Mezza in 1h06'00" ha preso le redini della gara a 10km dal termine affiancando Alex Bartilol e sbarazzandosi definitivamente di lui qualche chilometro più tardi. Entrambi hanno chiuso con un tempo migliore del precedente record della gara con il secondo classificato che ha chiuso in 2h12'38".

Al femminile vince l'etiope Zemedkun Hana Teklu in 2h47'24", dietro di lei ancora Etiopia con Agonafir Haregewoin (2h47'36") e Abreha Behafeta Hadies (2h47'44").

6 ORE DEI TEMPLARI - 13 MAGGIO 2017



DONATO SABIA, CAMPIONE LUCANO DI ATLETICA ,PRESIDENTE DELLA FIDAL BASILICATA HA DATO IL VIA ALLA  NONA EDIZIONE DELLA 6 ORE DEI TEMPLARI 2017.
SONO PREVISTE VARIE DISTANZE, MEZZA MARATONA, MARATONA ED ULTRA MARATONA, LA MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DALLA PRO LOCO AMICI DI URSONE DI BANZI E DALL’ATLETICA PALAZZO DI PALAZZO SAN GERVASIO , CON IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI BANZI.
GARA OMOLOGATA DALLA FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA, UNICA MANIFESTAZIONE CHE ASSEGNA IL TITOLO DI CAMPIONE REGIONALE DI BASILICATA DI MARATONA, RIENTRA TRA LE GARE DEL CORRI BASILICATA 2017
QUESTI RICONOSCIMENTI FANNO DI QUESTA GARA UNA TRA LE PIU’ IMPORTANTI 6 ORE NEL PANORAMA DELLE ULTRA MARATONE ITALIANE .
SONO CIRCA 350 GLI ATLETI CHE SI SFIDERANNO IN TRE DIVERSE COMPETIZIONI SUL PERCORSO CITTADINO DI 1980 METRI PER UNA SERIE INTERMINABILE DI GIRI, TRA LA 6 ORE ,LA MARATONA DI 42 KM E LA MEZZA DI 21 KM.

12 novembre 2017

DUSSERDOLF MARATHON 30 APRILE 2017










Il giovane ugandese Robert Chemonges è il vincitore della 15ma METRO Marathon Duesseldorf: il 19enne migliora il suo record personale arrivano fino a 2h10'31", crono corso nonostante il forte vento e che con molte probabilità vale la qualificazione ai Mondiali di Londra. Il norvgese Weldu Gebretsadik è secondo in 2h11'13" mentre sul terzo gradino del podio ci sale l'argento europeo Yared Shegumo (2h12'33").


Tra le donne vince la portoghese Alves Peixoto, 2h33'00" e record personale migliorato di oltre 4', che precede la tanzaniana Sara Makera (2h33'08") e la paraguaiana Carmen Martinez Aguilar che in 2h25'17" migliora il record nazionale. Alla gara hanno preso parte oltre 16mila runners della quale circa 4mila alla 42.195km.

ROMA MARATHON - 2 APRILE 2017






Dominio etiope nella 23esima edizione della Maratona di Roma, segnata da una partenza sotto la pioggia. Nella gara maschile, ha tagliato per primo il traguardo in via dei Fori Imperiali Shura Kitata Tola con il tempo di 02h07'30", davanti ai keniani Dominic Ruto (2h09'10") e Bejamin Bitok (2h09'16"). Nella corsa femminile si è imposta Rahma Tusa Chota (2h27'21"), già vincitrice della scorsa edizione, che ha staccato di oltre quattro minuti le connazionali Mestawot Tadesse Shankutie (2h31'41") e Abeba Tekulu Gebremeskel (2h32'08").


Quanto agli italiani, tra gli uomini il migliore è stato Ahamed Nasef, settimo in 2h16'40", con Carmine Buccilli ottavo (2h19'35"). Eleonora Bazzoni ha conquistato il decimo posto tra le donne (2h45'37"). Nella prova di handbike, Alex Zanardi si è imposto per la sesta volta, su sette partecipazioni, alla Maratona di Roma, con il tempo di 1h10'06", soltanto 50" in più rispetto al suo record del 2016 e nonostante un temporale che ha condizionato oltre metà della sua gara. 

8 novembre 2017

CORRILECCE - 12/3/2017






Lecce, 12 marzo 2017 . 
Vera e propria festa dello sport andata di scena a Lecce. Oltre 2000 tra corridori e appassionati hanno attraversato le strade del centro storico, ammirando le più belle piazza della città.
Terza mezza maratona del 2017 nel Salento. Vince il marocchino MARHNAOUI TARIK, per le donne il trionfo è della salentina di San Donato BERNARDO Paola. Non superato dai vincitori il record del percorso, ma probabilmente superato il record dei partecipanti in una mezza maratona in provincia di Lecce, con 1300 atleti schierati . A cui si vanno ad aggiungere oltre 400 che hanno deciso di sfidare la distanza dei 10,3km , vinta da BIANCO Giampiero per gli uomini e la taurisanese PONZETTA Manola per le donne. Il tutto nella giornata in cui si svolge anche la Roma-Ostia, in cui anche tanti podisti salentini vi aderiscono ogni anno.

TRASIMENO MARATHON - 5 MARZO 2017







Molti runners hanno partecipato Domenica 5 marzo 2017 alla Strasimeno, classica del podismo che si sviluppa lungo le coste del Lago Trasimeno .
Gli atleti alla partenza di Castiglione del Lago per uno dei cinque traguardi previsti dalla manifestazione: Borghetto (9,610 km), Passignano sul Trasimeno (21,097 km), San Feliciano (34 km) eSant’Arcangelo di Mangione (42,195 km) e sul percorso totale di 58 km, che terminava di nuovo a Castiglione del Lago.
La vittoria in questa 16a edizione della gara sui 58 km è andata nettamente a Carmine Buccilli, che ha chiuso con il nuovo record del percorso in 3h28’59”.
Secondo l’azzurro Alberico Di Cecco in 3h42’43”. 
Terzo il triatleta croato Robert Radojkovic in 3h46’05”. 
Quarto posto per Stefano Velatta 3h47’47”.
Prima delle donne è stata la 35enne Silvia Tamburi in 4h10’51”.
Seconda Federica Moroni in 4h15’56”.
Terza Chiara Milanesi (4h36’58”).


Negli arrivi intermedi, ci sono state le vittorie di Cristian Marianelli nella 42,195 km, con il tempo di 2h37’52” e della valida ultramaratoneta laziale Veronica Correale in 3h14’22”.
Nella 34 km, la vittoria è andata a Christian Fois con il tempo di 2h10’’04”. Prima donna Emanuela Martinelli in 2h33’06”
Nella 21,097 km, si è classificato 1° il marocchino Mohammed Lamiri con il tempo di 1h14’31” Prima nella classifica femminile, Paola Garinei in 1h24’03”.
La gara dei 58 km, omologata FIDAL e con Classe di Qualità A, è valida come II prova del 15° Grand Prix IUTA 2017 di Ultramaratona.
Per gli atleti partecipanti all’edizione 2017, la difficoltà principale è stata costituita dalle condizioni metereologiche.

10 aprile 2017

4 Maratone in due mesi - Messina - Ragusa - Fano - Terni



Messina

A prevalere nella Maratona è stato Giovanni Cavallo, tesserato per la Podistica Messina, arrivato al traguardo con il tempo di 2h27'53".  Alle sue spalle Antonino Recupero (Mega Hobby Sport), secondo in 2h46'03" e Alessandro Attilio (Atletica Sicilia), terzo in 2h50'24". Per le donne successo di Patrizia Martinelli (3,30 Km Road 6 & Trail Running) che ha chiuso le fatiche in 3h13'49". Sul podio anche Cristina Pitonzo (G.S. Maiano - 3h22'15") e Lara La Pera (Marathon Misilmeri - 3h24'05"). Nella Mezza Maratona, valida anche per il Grand Prix dello Stretto, in virtù della partnership con l’Atletica Sciuto, affermazione di Luca Stagno (Etnatletica San Pietro Clarenza), giunto in solitario dopo 1h12'06". Secondo Francesco Nastasi (Ortigia Marcia - 1h15'14"), terzo Salvatore Lanuzza (ASD Monti Rossi Nicolosi - 1h16'01"). Nella prova femminile, invece, ha sbaragliato la concorrenza Chantel Magengezha (US Sangiorgese), imponendosi in 1h24'01". Netto il divario con le rivali: Elena Terracciano (ASD Archimede) ha chiuso in 1h32'21", Lucia Signorello (ASD Atletica Fortitudo Catania) in 1h33'40". Ad aggiudicarsi la Shakespeare Run è stato, infine, Alessandro Vizzini (ASD Monti Rossi Nicolosi) in 32'01". Secondo Francesco De Caro (Indomita) con il tempo di 32'51", terzo Alessio Zappia (Podistica Messina) in 33'44". Tra le donne successo di Tatiana Betta che ha fermato il crono a 36'31". Piazza d'onore per Luz Nadine De La Cruz Aguirre (Atletica Sciuto - 38'38"), terzo posto per Valentina Castorina (Podistica Messina - 40'30").





Ragusa

La Maratona di Ragusa è di Cosimo Azzolini ed Elisa Simonelli, i portacolori dell'ASD No al Doping e Droga si impongono nella 42.195km siciliana che ha registrato 126 arrivati nella gara più lunga ed oltre 300 nella Mezza Maratona.
Azzolini ha tagliato il traguardo con il crono di 2h50'31" precedendo Angelo Zito (2h51'14") e Luigi Carbone (2h55'41"). La Simonelli ha invece completato la prova dopo 3h29'20", dietro di lei Cinzia Sonsogno (3h32'14") e Silvana Modica (3h38'40").




Fano - Club Supermarathon

Portare 178 atleti a completare la maratona alla sua prima edizione è un risultato che va oltre ogni aspettativa del Club Supermaratoneti, che a Fano ha messo in scena la prova inaugurale della Super Marathon. Un premio all’impegno del club simbolo dell’attività amatoriale che ha riportato la corsa in una regione da troppo tempo alle prese con i problemi legati al terremoto. Sui 42,195 km è arrivata la vittoria di un corridore di casa, Riccardo Quattrini (ColleMar-Athon Club) che ha completato la distanza in 2h43’57” stracciando la concorrenza, basti pensare che per l’arrivo del secondo, Diego Ciattaglia della Bergamo Stars Atl. si sono dovuti attendere 23’13”. Terza posizione per Piero Cossalter (Runners Pescara) a 25’24”. Prima posizione femminile per Nadia Tosi (Atl.85 Faenza) che in 3h36’49” ha prevalso su Chiara Orlandi (Gp Avis Aido Urbino) per 9’45” e su Silvia Bassanetti per 25’10”.





Terni

E' il marocchino Mohamed Hajjy il vincitore dell'edizione 2017 della Maratona di San Valentino andata in scena domenica 19 febbraio a Terni e che ha visto transitare sotto il traguardo oltre 560 runners nella 42.195km ed oltre 1000 nella 21.097km.
L'atleta della Castenaso Celtic Druid chiude con il tempo di 2h19'01" precedendo sul finale Carmine Buccilli (2h19'26") ed il connazionale Rachid Benhamdane (2h24'11"). Tra le donne netto successo di Silvia Tamburi in 2h49'12", dietro di lei Paola Salvatori (2h52'01") e l'ultramaratoneta Marija Vrajic (3h00'18").
Nella partecipatissima Mezza Maratona la vittoria va a Yassine Kabbouri (1h08'33") e Deborah Toniolo (1h19'54"); Sul podio anche Alberto Montorio (1h09'06") e Youssef Aich (1h11'17") al maschile e Eleonora Bazzoni (1h22'58") e Paola Garinei (1h24'22") al femminile.



Prime 4 Maratone del 2017 tutte sotto le 4 ore sono contento così.

31 dicembre 2016

18 dicembre 2016 - Maratona di Pisa


Circa duemila podisti hanno dato vita alla 18esima edizione della Maratona di Pisa che è stata vinta dal campione italiano di maratona Hamed Nasef (tra gli uomini) e da Giorgia Morano (tra le donne). Hamed ha percorso i 42chilometri e 195 metri del tracciato cittadino con traguardo sotto la Torre di Pisa in 2h24'00".
Nella gara femminile c'era attesa per la sfida tra la piemontese del Cus Torino Giorgia Morano e la lombarda tesserata per Atletica Palzola Claudia Gelsomino. Vince la Morano in 2h47'10",  alla sua seconda maratona dopo quella del 2013 di Reggio Emilia. Podio completato al maschile dal belga Hendrikx Jeroen che ha retto fino al 30esimo chilometro il confronto con l'italo marocchino Nasef ma poi non è riuscito a tenere il ritmo finale imposto da quest'ultimo e quindi ha concluso la gara attardato di 1'53". Terzo posto per Riccardo Passeri in 2h26'23". Nella gara femminile seconda posizione per Claudia Gelsomino, campionessa Italiana di Maratona nel 2014, con 2h50'29 mentre terza è la sarda del Cagliari Atletica Roberta Ferru in 2h51'20".

11 dicembre 2016 - Maratona di Reggio Emilia


Si affermano gli italiani  in questa 21a edizione della Maratona di Reggio Emilia infatti dominano le classifiche sia maschile che femminile. Per quanto riguarda la gara maschile a vincere la competizione è stato Francesco Bona con il tempo di 2:14:59, seguito da Jean Baptiste Simukeka a 2:16:32 e Said Douirmi a 2:17:04. Dopo di loro Christopher Zablocki a 2:18:23, Ahmed Nasef a 2:18:32 ed il marocchino Tariq Bamaarouf con 2:19:26.
All'ottavo posto ancora Italia con Alessandro Giacobazzi, seguito dall'ungherese Tamas Kovacs a  2:25:00, quasi due minuti in più invece per Luca de Francesco il quale tuttavia distanzia di tre minuti il magiaro Gabor Nemeth (2:29:19). Dall'undicesimo gradino fino al quattordicesimo poi la graduatoria è tutta azzurra con Enrico Angelucci, Emanuele Piacentini e Mirko Canaglia quest'ultimo arrivato al traguardo con un tempo di 2:32:19.

Al quindicesimo posto un altro ungherese con 2:33:32, Fonyo Sandor, seguito da un nutrito gruppo di italiani, fino alla 26esima posizione. Si tratta di Stefano Velatta, Massimiliano Milani, Federico Cagliani, Pietro Colnaghi, Alberto Mariani, Edoardo Marchisio, Simone Corsini, lo scandianese Enrico Rivi, Omar Zanetti e Lorenzo Villa.
 
Trionfo tricolore per le donne che vede tra le prime 40 classificate solamente due croate e una britannica. Ben 10 donne arrivano al finale sotto la soglia delle tre ore. La regina indiscussa di questa gara è stata sicuramente la campionessa Catherine Bertone con 2:37:10, seguita da Sara Galimberti con 2:39:16. Al terzo posto l'atleta di Zagabria Marija Vrajic direttamente dalle Olimpiadi Rio, giunta dopo oltre 13 minuti dalla Galimberti.

 A seguire la croata, quattro podiste italiane. Mina El Kannoussi arriva a 30 secondi dal podio e la Aicardi a 2:53:17. Laura Ricci rischia quasi di terminare al fianco della reggiana a 2:54:05, mentre tra loro c'è Lara Giardino a 2:53:27. All'ottavo posto poi c'è saldamente la britannica allenata a Bologna, Rachel Burgess con 2:57:28. A seguire altre quattro azzurre.

La prima è la modenese Cecilia Tirelli con un tempo di 2:57:55, alle sue spalle Denise Tappatà a 2:59:00, Federica Poesini 3:02:51 e Manuela Marcolini 3:04:55. Dopo appena 12 secondi arriva anche la seconda croata, Maja Urban, seguita da Katia De Angelis 3:07:17, Michela Urh, Linda Pojani ed Eleonora Turrini, portatrice del marchio reggiano di Montanari Gruzza con un tempo di 3:08:53. A chiudere fino alla ventesima posizione Simona Giuliani, Cristina Gogna e Maria Cristina Guzzi a 3:12:21.



6 novembre 2016 - Maratona del Barocco (Lecce)



Grandissimo successo per la prima edizione della Maratona del Barocco che si è svolta a Lecce domenica 6 Novembre 2016 che al suo esordio ha registrato circa 1000 arrivati.
A vincere è stato Mohammed Hajjy che con il crono di 2h21'18" ha avuto la meglio su Tarik Marhnaoui (+5'59") e Youssef Aich (+8'16").
Prima donna a transitare sotto il traguardo è stata Daniela Francesca Hajnal in 3h09'49". Dietro di lei Hanane Janat (3h16'02") e Pamela Greco (3h27'47").


28 dicembre 2016

Venice Marathon - 23 ottobre 2016


VeniceMarathon 2016, il vincitore e ordine d'arrivo
Alla VeniceMarathon prevalgono gli atleti africani.

A vincere la maratona è stato il keniota Julius Rotich in 2h 10' 22", bissando il successo dell'anno scorso.

I 42 chilometri della gara sono stati caratterizzati dal buon tempo, anche se si è registrato un peggioramento nella parte finale della gara.

Il meteo ha comunque favorito gli atleti, con temperature che hanno permesso di esprimersi a buoni livelli.

Il primo tra gli italiani è stato Massimiliano Strappato, sesto con 2 ore 26 minuti e 31 secondi.

Prima tra le donne Priscah Cherono, che ha tagliato il traguardo con il tempo di 2 ore 27 minuti e 41 secondi. 

Seconda, molto staccata, la connazionale Ester Wanjiru Macharia in 2h35’15”, mentre terza è arrivata l’azzurra Ivana Iozzia in 2h37’04”.


1 dicembre 2016

Pantano Half Marathon - Pignola 2 ottobre 2016



Si è disputata domenica 2 ottobre 2016 la IX° edizione della Pantano Half Marathon "Memorial Fedele Riviello".

Correre su questo percorso, costeggiando l'Oasi del WWF è sempre un piacere, ma il pensiero durante tutta la gara è per l'amico podista Fedele Riviello, grande maratoneta della Podistica Amatori Potenza, società che ha organizzato la Mezza Maratona.

La società con a capo il presidente Luigi Albano e le associazioni dei volontari hanno messo in piedi una gara che definirei "impeccabile" sotto il profilo organizzativo e dal punto di vista tecnico molto "allenante", visto il percorso non proprio pianeggiante.

Si aggiudica la gara in capo maschile ZULLO LUIGI  della Società BIO AMBRA NEW AGE con il tempo di 01:11:32. 

La prima donna è LABANI SOUMIYA della Società  ALTERATLETICA  che chiude con il tempo di 01:20:38.

Nel rinnovare i complimenti a tutta l'organizzazione aspettiamo fiduciosi la decima edizione.


15 novembre 2016

Run Tune up - Bologna 11 settembre 2016

Run Tune Up: oltre 4mila in gara, classifica dominata dai keniani



Grande successo per la quindicesima edizione della UniSalute Run Tune Up 2016 – la mezza maratona di Bologna (sulla classica distanza dei 21,097 km) – disputata oggi nel cuore della città. In gara circa 4mila persone.

Ad avere la meglio è stato il keniano Mang’ata Andrew (soc. Atletica Casone Noceto), che ha tagliato il traguardo dopo solo un’ora 3 minuti e 13 secondi. Sul podio seguono altri due keniani. Al secondo posto in classifica  Rutoh Dennis Kipkorir con un tempo di un’ora 4 minuti e 7 secondi; al terzo posto si è piazzato Tiongik Paul che ha raggiunto l’arrivo in un’ora 4 minuti e 38 secondi.




Corsa dei Santi Deliceto - 21 Agosto 2016


Si è svolta domenica 21 agosto 2016 a Deliceto (Fg)la “2^ Corsa dei Santi" Deliceto -Consolazione, gara podistica di 11,600 km organizzata dalle società "I Podisti di Capitanata", in collaborazione con il Comune di Deliceto.

Perfetta l'organizzazione, assistenza agli atleti garantita da un servizio di accoglienza eccellente.

La gara ha visto il trionfo del campione italiano di maratona Dario Santoro (Atl. Potenza Picena).

Seconda posizione per Alessandro Tomaiuolo (Gargano Onlus 2000), a seguire c' è Vito Loconte (As Atl. Sprint Barletta).

Prima tra le donne a tagliare il traguardo è stata Valentina Menonna (Atletica Candelo), seconda Alessandra Foglia (Podistica Lucera) e terza Libera Caputo (Atletica Padre Pio).


4 novembre 2016

10 Marathon Day Lake d'Orta - dal 6 al 15 agosto 2016




Dal 6 al 15 agosto, sulle rive del Lago d’Orta, si è tenuta la 10 Maratone in 10 giorni. 
Un percorso duro, quello della 10 Maratone in 10 giorni del Lago d’Orta, ubicato tra le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, caratterizzato da un percorso di 21k da ripetere due volte e contraddistinto anche da sentieri molto impegnativi.
Marco Bonfiglio stabilisce il suo record mondiale, 10 Maratone in dieci giorni in 30 ore.
Podio maschile della “10 in 10” completato da Antonio Nicassio con 36 ore 50’14” e terzo Claudio Romani in 38 ore 32’17”
Alla Orta 10 in 10 tra le donne s’impone Angela La Torre in 39 ore 09’ seguita dall’ inglese Gayer Sharon con 42 ore 07’28’ seguita da Gianna Caselli in 45 ore 54’.
Ci sono due grandissimi – solo così possono essere definiti i runner che hanno fatto il doppio ogni giorno completando 20 maratone in 10 giorni – la prima il mattino, la seconda con partenza alle ore 14.00 dello stesso giorno.
Sono 84 chilometri e mezzo al giorno, 845 km in 10 giorni.
Paurosi e insieme fantastici si tratta  di Thomas Shanahan e Daniele Alimonti, 1° e 2° nella 20 in 10.
Per quanto mi riguarda, quest'anno ne ho percorse 6 per un totale di 253 km, l'anno prossimo si vedrà.



2 novembre 2016

6 Ore di Barletta - 23 Luglio 2016




Il 23 luglio scorso si e' svolta la seconda edizione della "Sicurala 6 Ore di Barletta" con ampi consensi da parte di addetti ai lavori e non; una gara podistica sulla distanza temporale delle 6 ore svoltasi nella città della disfida.

La Barletta Sportiva si conferma società leader nel campo delle ultramatone, anche nella organizzazione, e' stata una manifestazione impeccabile, con un bellissimo percorso gara realizzato attorno al maestoso Castello Svevo di Barletta, completamente blindato al traffico, con una postazione ristoro molto ricca di liquidi e alimenti tenuti sempre freschi per contrastare l'altissima temperatura.


Circa 200 Ultramaratoneti giunti da ogni parte d'Italia, che hanno corso decine di km nonostante la caldissima temperatura.

I primi 3 uomini MARCO LOMBARDI Libertas Runners Livorno Km 75,801 COSIMO MANIGRASSI Marathon Massafra Km 67,580 MARCO ACQUAVIVA Atletica Disfida di Barletta Km 66,151.

Le prime 3 donne MARIELLA DIBENEDETTO Barletta Sportiva Km 62,128 ROBERTA DALBA Barletta Sportiva Km 60,789 MARIANNA POLIGNANO Amatori Putignano Km 58,512.

In tale data ho percorso la mia Maratona/Ultra n.100, un privilegio disputarla nella città della mia Società di appartenenza, dove il Presidente Vincenzo Cascella e gli amici del ClubSupermarathon non hanno fatto mancare il loro affetto e la loro attenzione.Grazie

Ragusa-Modica-Scicli 10 Luglio 2016


Partenza Ragusa

Arrivo Scicli

Mozzafiato la 6° edizione della  Ragusa-Modica-Scicli di km 24 “Barocco Race” ,Memorial Giorgio Buscema, aggiudicata da Antonino Mormina atleta in forza alla Podistica Messina che col tempo di 1 ora e 25 minuti sigla il record del tracciato detenuto da Cosimo Azzollini (Asd No al Doping) società organizzatrice dell’ evento, con ben 4 minuti in meno, collocandosi nel gradino più in basso del podio.

Secondo classificato il fortissimo Vincenzo Lorefice tesserato Barocco Running col tempo di 1 ora 26 minuti.

La classifica femminile ha visto Betta Tatiana della Podistica Messina, che ha posto una differenza di record con il tempo di 1 ora e 40 minuti, togliendolo alla atleta locale Fernanda Mirone tesserata Barocco Running arrivata seconda con appena 2 minuti di ritardo migliorando il suo personale di 1 minuto circa, giunge terza un’ atleta tesserata Noto Barocca, Sallemi Virginia con un tempo di tutto rispetto 1h 43 minuti per attraversare il Barocco della Val di Noto.

La manifestazione collega tre cittadine del Barocco della Val di Noto, Ragusa Ibla, Modica e Scicli (arrivo presso la Chiesa di San Bartolomeo).

Per quanto mi riguarda, mi ritengo particolarmente soddisfatto della gara e del tempo impiegato (1h e 57 min.).

Trofeo Telesia - 19 giugno 2016






Robert Chemonges vince la decima edizione del “Trofeo Città di Telesia”. Il nazionale ugandese ha percorso i 10 km del tracciato del centro termale in 29 minuti e 22 secondi.
Va, invece, all’azzurra Laila Soufyane dell’Esercito il primato tra le donne.
Hanno partecipato circa 2600 podisti alla decima edizione di Telesia promossa dall’Asd Runnig Telese Terme.
Un grande successo di pubblico e partecipanti che hanno potuto godersi lo spettacolo dello sport, ma anche quello offerto dal centro sannita: emozionante il passaggio dei corridori all’interno delle terme, dove è avvenuta anche la cerimonia premiazione.
Qui di seguito la classifica delle prime posizioni.

Classifica Uomini: 1° Chemonges (Uga) 29’22”, 2° Melly (Ken) 29’57”, 3° Ricatti (Aeronautica) 30’08”, 4° Chirchir (Ken) 30’12”, 5° Mwangi (Ken) 30’16”, 6° Santoro (Potenza Picena) 30’19”, 7° Agnello (Casone Noceto) 30’28”, 8° Auciello (Casone Noceto) 30’30”, 9° Stingone (Caivano Runners) 30’40”, 10° Barra (E.Servizi Futura Rm) 31’16”.
Classifica Donne: 1^ Soufyane (C.S. Esercito) 33’40”, 2^ Console (G.A. Fiamme Gialle) 34’38”, 3^ Murigi (Ken) 35’25”, 4^ Toniolo (G.S. Forestale) 35’29”, 5^ Laaraichi (Mar) 37’37”, 6^ Palomba (Astro 2000) 38’34”, 7^ Beltrame (LBM Sport) 38’50”, 8^ Petrei (Olimpiaeur) 38’54”, 9^ Pistilli (C.S. Esercito) 39’13”, 10^ Ferritti (Atl. Isernia) 39’29”.

Stranamarathon - 18 giugno 2016

(con il collega Vincenzo Bruscella)

Oggi 18 giugno 2016 nelle campagne di Putignano si corre la 4° edizione della stRANA Marathon, dove stRANA non é sinonimo di stravagante, ma deriva dalla 1° edizione del 2013 quando fu scelto di usare la parola inglese first (1st) che significa prima e il cognome dell’allora presidente della società organizzatrice, sig. RANA, quindi unendo “st” e “RANA” si ottenne “stRANA”.
In verità la prima cosa STRANA di questa maratona é che in un bollente sabato pomeriggio di giugno ci sono tanti pazzi, quasi 120 podisti tra Maratona ed Ultra, che invece di stare a rilassarsi in spiaggia sotto l’ombrellone e rinfrescarsi in mare, preferiscono sudare sotto il sole cocente correndo 42 km ed oltre.
Seconda cosa STRANA che capita oggi é che l’amico Aldo Gallo, noto come “Piscione”, non indossa il consueto parruccone ed il simpatico gonnellino. Prima della partenza mi confessa che é troppo caldo per permettergli di indossare la parrucca.
La gara si corre nelle campagne attorno Putignano su un circuito di circa 5,3 km da ripetersi 8 volte per completare la Maratona, un giro in più per la Ultra; più tardi alle 18:00 partiranno una 10 km ed una mezza che vedrà in gara anche il mio compagno di società Carlo Lovaglio alias Karletto.
Alle 15:00 partono i più ardimentosi, saranno 60 gli arrivi per la Ultra. Aspettando la partenza della mia gara inganno l’attesa con l’amico Mario Dimonte parlando di amici comuni e di maratone passate e future. Guardando intorno, vedo molti meno maratoneti dei 60 previsti, in realtà siamo nascosti in piccoli gruppetti al riparo dal sole, sotto le poche zone d’ombra. Alle 15:30 usciamo allo scoperto e si parte. Fortunatamente lungo l’anello di 5,3 km ci sono ristori a sufficienza: nella zona d’arrivo solidi e liquidi, al km 2 e al km 4 bicchieri d’acqua a cui si aggiunge al km 3 un’anima pia, un residente del luogo che su richiesta ci rinfresca con un tubo d’acqua. Nonostante l’abbondanza di ristori, per le prime due ore il caldo ci martella pesantemente; con l’amico Antonio Leopardi Barra scherziamo, tento una improvvisata danza della pioggia. Nessun effetto, nel cielo nemmeno una nuvola.
Al passaggio del 3° giro accade la terza cosa veramente STRANA; non sento il “bip” del microchip e non vedo segnato il mio passaggio sul tabellone dei tempi. Inizio a preoccuparmi. Al quarto passaggio ho la brutta conferma; il tabellone segna solo 3 passaggi. Parlo con l’addetto al cronometraggio, ma sono disperato; fare 5 km in più sarebbe un calvario. Non mi abbatto, anzi decido di accelerare il ritmo per recuperare il giro perso. E questo cambio di passo é un grave errore che pagherò più avanti. Fortunatamente alla fine del 5° giro il cronometrista mi restituisce il giro. A metà del 6° giro, al km 29, vado in crisi, cammino sulla salita più dura, mi sembra di scalare l’Everest, in quel momento arriva Karletto, mi incita e vola via veloce. Terminerà la mezza con un ottimo 4° posto di categoria in 1 ora e 37 minuti.
00 1Un ristoro sostanzioso mi regala un po’ di forze. Negli ultimi due giri la temperatura scende ed aumentano le zone d’ombra lungo il percorso; incontro Aldo che nel frattempo è tornato al suo look abituale indossando uno dei suoi parrucconi ed il gonnellino da miss. Correrò gli ultimi 10 km in compagnia dell’amico Supermaratoneta Antonio Salvatore con cui ho condiviso il piacere di correre tante maratone in tutta Italia. Taglio il traguardo in 4 ore e 42 minuti; per Antonio che ha scelto la Ultra c’é da fare un altro giro. All’arrivo mi attende Karletto ormai fresco e riposato e ci facciamo la foto ricordo da postare subito ai compagni di società del Crispiano Marathon Club.
Lo saluto e mi dirigo velocemente al pasta party finale. Un piatto di penne e una bella birretta ghiacciata in compagnia dell’amico Michele Calabrese. Mentre mangio della focaccia al pomodoro, che divido con due cagnolini che mi guardano vogliosi, un atroce dubbio mi assale. Dimenticando la fatica ed i dolori alle gambe mi precipito veloce come il vento alla postazione cronometraggio.
TUTTO OK !!!
Tutti i giri sono stati conteggiati correttamente per un totale di 8. La mia maratona numero 119 è confermata, tempo ufficiale 4:42:41, 22° posto assoluto e 6° di categoria.
Mi trattengo ancora un po’ per vedere le premiazioni con l’amico Michele Giammanco come al solito premiato 1° di categoria.
Per ultimo un ringraziamento all’amico Giambattista Genco e a tutto il suo staff, i giovani del ristoro al km 2 , i ragazzi al km 4 e le signore del pasta party finale.
Il sole é tramontato da quasi un’ora, la 4° edizione della stRANA Marathon sta terminando e lasciando le campagne di Putignano vedo gli ultimi amici della Ultra che sono ancora sul percorso, rimangono ormai poche centinaia di metri prima di terminare la loro fatica e raggiungere il sospirato e meritato traguardo.
N.B. Dalle foto si può notare la trasformazione di un maratoneta lungo la gara. Fresco e rilassato alla partenza, tonico e sorridente ai primi chilometri, sofferente ma determinato ai ristori oltre metà gara ed infine fisicamente esausto ma euforico all’arrivo.

by Andrea Adandi (ClubSupermarathon)

Half Marathon Gargano - 11 giugno 2016


 

Panorami e scenari mozzafiato questo è il Gargano.

L' edizione 2016 ha previsto l’Ultramaratona con 54 iscritti, la Maratona con 66 iscritti, la Mezza con 72 iscritti, la 10 chilometri la StraCagnano, con 78 iscritti: 270 atleti totali, provenienti da più regioni d’Italia.
Partenza avvenuta alle ore 15, previa benedizione del Parroco.
Poi, finalmente il via, tutti insieme, per due giri iniziali del paese per tutti - tre per le gare più lunghe -, e mentre la 10 km già arriva, gli altri abbandonano Cagnano.
Vince la StraCagnano Vincenzo Di Sciuva (CorriCapojale) in 35:16 su Francesco Scarano (G.P. Monte Sant’Angelo), secondo in 36:02, e Carmine Davide Rendina (Pegaso Vieste), terzo in 36:31. Quarto posto per Vincenzo Frisoli (DLF Foggia) in 36:49, su Raffaele Rinaldi (G.P. Monte sant’Angelo), quinto in 37:27.
Prima donna è Nicla Rendina (Libertas Atl. San Giovanni Rotondo) in 51:31, su Carmela Rotunno (Podisti di Capitanata), seconda in 53:28, e Immacolata Palena (G.P. Monte Sant’Angelo), terza in 54:00. 68 i finisher, con gli arrivi chiusi dalla superlativa Antonietta Urbano (Atl. Padre Pio San Giovanni Rotondo), più forte di tutte le avversità. 
Sulla Mezza maratona,  si afferma il bravissimo Luca Cannone (Maratoneti Andriesi) in 1:26:04, che precede Antonio Dell’Endice (Pedone Riccardi Bisceglie), secondo in 1:27:40, e Andrea Ferriero (Lions Valle Ufita), terzo in 1:28:24. Quarto posto per Marco Ragone (Marathon Club Ariano Irpino) in 1:30:15, su Lorenzo Paradiso (Maratoneti Andriesi), quinto in 1:31:10.
In campo femminile, successo per Michelina D’Apolito (Pegaso Vieste) in 2:01:32, a precedere Gina Dentale (Podistica Sannicandro), seconda in 2:04:25, e Lorena Savini (Comitato Pescara), terza in 2:17:03.
La Maratona, conclusa da 56 atleti, ha visto la vittoria di Marco Pietrangelo (Running Free Pescara), al primo successo in carriera sulla distanza, in 3:12:26, su Dorando Cursi (Podistica Valmisa) e Giuseppe Giacomo Pricci (Gruppo Marathon Martina Franca), terzo in 3:40:25. Quarto il sempre verde Ranieri Masci (Liberi Podisti Abruzzesi) in 3:43:30, con Michele De Vito (Paolotti Martina Franca), quinto in 3:44:12.
Chiara Zurli (Libero Podisti Abruzzesi) è la prima donna in 3:55:52, con Cinzia Pomante (Fart Sport), seconda in 4:06:29, e Carmela Viscione (I Podisti di Capitanata), terza in 4:14:39.
50 sono gli arrivati sulla 50 km.
Vince Fabrizio Samuele (Runners Pescara) in 4:11:41, con Giovanni Pacilli, argento in 4:18:16, e Lorenzo Zingaro (Amatori Putignano), bronzo in 4:20:18, a completare il podio. Quarto Davide Trombetta (Podistica Sannicandro) in 4:23:48, su Antonio Nicassio (Atletica Adelfia), quinto in 4:25:18.
Brava Nunzia Patruno (Barletta Sportiva) è la prima donna in 5:28:14, a precedere la sola altra donna arrivata, Filomena Gismundi (Runcard), seconda in 5:55:46.